mercoledì, gennaio 29, 2014

Demons

C’è una solitudine che nessuno e niente può sconfiggere. C’è quella solitudine di quando mi accorgo d’essere molto peggio di quel che pensavo. C’è che anche se odio il mondo intero non mi passa. C’è che anche la musica e le parole non mi bastano più, c’è che ho una bestia da domare dentro di me e nemmeno il più riuscito degli esorcismi aiuterebbe.
Si può accettare di vedere i propri sogni rimanere tali, lontane chimere che alimentano il fuoco dell’illusione, molto più difficile è accettare d’essere diventato tutto ciò che più temevi. Contro quel me stesso da me allevato, cresciuto e rinvigorito avverto tutta la mia impotenza come una madre che mette al mondo un figlio degenere che vuole annientare le sue stesse origini. 
 
 

Nessun commento: