martedì, febbraio 22, 2011

diokhane quoto in pieno, mi ci trovo in tutto quello che ha scritto Luca aka SPAAM

La fine del mondo


Salve, ho 35 anni e sono scoppiato. Tutta la mia generazione è scoppiata. Bruciata. Guardateci. Siamo le cavie dei primi esperimenti di precarietà. Precarietà sul lavoro, affettiva, di rapporti umani.
Metto su un disco dei “The Chemical Brothers”. In quegli anni fu la scoperta del secolo. “Dig your own hole” mi seguiva ovunque.
I desideri dei figli iniziarono a coincidere con quello dei padri. Il posto fisso, comprarsi casa, avere una relazione stabile. A 20 anni, quelli della mia generazione sognavano una vita identica a quella dei loro stessi padri. I padri, a sua volta, si adoperarono in questa direzione, nonostante i loro 30 anni di matrimonio avessero prodotto, come risultato massimo, zero comunicazione, un’apatia verso il mondo ed un’indifferenza totale al prossimo. Insomma, macerie. Ovvio che l’arrivo del contratto a tempo determinato fu una mazzata per tutti.
Ai Chemical Brothers, in quei primi anni ‘90, seguirono altri gruppi e soprattutto partì il filone del Trip-Hop, nato a Bristol con i Massive Attack. D’un tratto potevamo permetterci di ascoltare altro e senza dover temere confronti con il passato.
Un contratto di soli 6 mesi non ti permetteva più di farti una vita stabile, come i tuoi genitori. A 25 anni si era già scoraggiati e senza più una prospettiva futura. A 30 anni, anche l’idea di potersi creare una relazione stabile era tramontata definitivamente. Lavori saltuariamente, non hai casa e poi non possiamo continuare a scopare nel salone dei tuoi, quando vanno al cinema, la domenica pomeriggio.
I Massive Attack si sciolsero in tante altre cose. The Chemical Brothers continuano ed ancora restano un bel gruppo.
Io, come altri miei amici, ci siamo dati. Probabilmente perché il nostro egoismo ci ha portato lontano, così come il nostro lavoro. Altri son rimasti con la speranza che qualcosa sarebbe cambiato, con il tempo, prima o poi. Qualcuno ce l’ha fatta. Molti non ci hanno proprio provato. Peccato.






Nessun commento: