mercoledì, febbraio 18, 2009

Per chi è a Roma in questi giorni: "Ciarlatani" di e con Alice Masprone


Per chi è a Roma il 20 febbraio ecco un'interessante performance della mia amata gemella! E non sono di parte in questo caso perchè direi che il tema è quanto mai di più confacente al periodo storico che (sigh!) stiamo vivendo.Vi riporto il testo della mail informativa:
CIARLATANI – besser allein als in böser gemein
Mixed – Media - Solo- Lecture – Performance
Venerdí 20 Febbraio - ore 22:00 – GRANMA, Via dei Gelsi 111 - Roma
Ideazione/Realizzazione: Alice Masprone
Liberamente ispirato alla quarta scena del testo teatrale "Bites" di Kay Adshead (2005)*.


"Signore e Signori,
amato pubblico del CANALE DI INFORMAZIONE ETICA
Buonasera, e benenuti.
Vi ricordo che questo programma non esisterebbe senza il generoso contributo dei nostri meravigliosi SPOTS, pertanto: PUBBLICITÁ…."
Loredana Ponzoni



Loredana Ponzoni è una donna tutta d'un pezzo, che crede in quelli che lei considera dei valori giusti, immutabili: lo Stato, la Chiesa, la Giustizia, la Famiglia.
Usa la televisione come veicolo educativo, scagliandosi contro l'immoralitá che dilaga.
La sua battaglia viene supportata dall'unica fonte di sostentamento del suo Canale Di Informazione Etica: la Pubblicitá, di cui lei è fiera sostenitrice.
La sua intolleranza destroide è tutt'altro che apparente, ed è supportata da una convinta inquisitoria dialettica, che fa di lei una Predicatrice piú che una Presentatrice.

Ma che cos'è che ci spaventa di piú? Loredana Ponzoni? O forse il mezzo subdolo che usa?
Sí, certo, lei è diciamo un po' "sopra le righe", ma forse non cosí tanto se si osserva e si ascolta con attenzione quello che ogni giorno quella piccola "scatoletta catodica" ci sputa.

Quello che io, Alice, farò di Loredana Ponzoni sarà di"giocare" con lei, ma anche di renderle pan per focaccia, di portare all'estremo dell'isteria il suo essere un genere di donna, a mio vedere, dannoso.
Cosa resterà di lei?

Alice Masprone, Febbraio 2009

*"Bites" è stato tradotto in Italiano da Andrea Peghinelli, ed in tedesco da Katharina Schneider.
Inscenato nel 2008 da Elena Vannoni in collaborazione con Roberto Mantovani a Roma e Berlino, rispettivamente al Teatro dell'Orologio e all'Engelbrot und Spiele.
Con la partecipazione in entrambi gli spettacoli di:
Veronika Steinböck, Alice Masprone, Tabea Heynig, Dominique Wendler, Marc Gratian Jancu, C.Emanuele Esposito.

Nessun commento: