mercoledì, ottobre 15, 2008

Il Bel paese


Questo è il bel paese. Da una parte Berlusconi al top del gradimento e dall’altra un giornalista scrittore che vede ormai come unica prospettiva possibile, per ritornare a vivere, quella di scappare da questo bel paese di merda.
Praticamente chi decide in questa nazione?
Decidono i camorristi, i mafiosi, gli arroganti che infestano questa società.
Quelli che “educano” già così i loro figli.
Quelli che, se il professore punisce giustamente i comportamenti maleducati e cafoni degli studenti, vanno a minacciare gli insegnanti o fra un po’ l’insegnante. Si parte da questi piccoli e quotidiani atti di non rispetto verso niente e nessuno per poi salire ai clan criminali. Tutto viene giustificato in nome di un individualismo esasperante e stomachevole.
Tutto viene acclamato da quello che si vede e si sente in televisione, nei programmi e nelle esternazioni di politici irresponsabili partendo dall’ultimo deputato fino al presidente del Consiglio macchietta e pessima imitazione di un personaggio “Vanziniano” un Christian De Sica ancora più trash.

Nel frattempo aumentano le persone che vivono al di sotto della soglia di povertà. Un numero destinato ad aumentare visto che l’indebitamento per famiglia ha raggiunto livelli a dir poco preoccupanti.

Beh che dire, massima solidarietà a Saviano che se ne vuole andare e penso non sia l’unico. La differenza è che lui rischia la vita noi al massimo un fegato gonfio per il nervoso e soprattutto di ritrovarci sempre più sfruttati.

2 commenti:

indieandre ha detto...

due settimane senza bloggare?

Roberto ha detto...

Eh si scazzo a palla + delusione per l'attuale situazione socio politica= apatia e poche idee...
;)