lunedì, giugno 09, 2008

Non pensarci


Sabato sera sono andato all’Alfieri a vedere “Non pensarci”.

E pensare che io manco sapevo che l’Alfieri avesse un cinema e soprattutto che qualcuno stesse ancora proiettando questo piccolo gioiello del cinema nostrano.
Grazie al mio amico Alberto ho scoperto ambo le cose e tra l’altro ci siamo pure beccati casualmente alla proiezione :)

Bel film davvero. Vi evito la trama che se proprio volete la trovate in “mymovies”o “filmup” o in qualche blog dedicato esclusivamente alle recensioni cinematografiche.
Il tema del film non è originale né ci sono incredibili colpi di scena ma forse quest’assenza l’ha reso ancor più piacevole. Grandissimi tutti gli attori da Mastandrea alla sempre bellissima Caprioli (colpo di fulmine quando la vidi nel bel Santa Maradona del bravo, nonché concittadino, Marco Ponti) così come l’ottimo Battiston ormai presenza fissa di molte pellicole italiane.

Un film lieve eppure ricco di spunti e argomenti che ci riguardano da vicino. Il concetto di evasione, di famiglia, di chi è “regolare” e chi non lo è con tante sorprese al riguardo. Molto interessante la colonna sonora che mi ha fatto scoprire i Rialto con la bella London Crawling ai nostrani Les Fauves con February Lullaby un po’ il leit motiv musicale del film insieme al Notturno di Chopin.

Nota di malinconia e ricordi personali, il personaggio interpretato da Mastandrea, Stefano, mi ha ricordato un sacco my friend Sandro qualche anno fa. In particolare in una scena in cui il protagonista sbronzo barcolla in casa di conoscente ricchissimo con bottiglia di birra e pugno alzato. Altri tempi, altre notti e altre sbronze… cazzo come s’invecchia !

Nessun commento: