lunedì, aprile 28, 2008

Roma vince Alemanno...CHE BEL PAESE




Basta. E’ ora di finirla con le attenuanti, con il ragionare su dove la sinistra abbia sbagliato. Su come la Lega abbia “conquistato” i voti del proletario etc etc.. Siamo e resteremo sempre un paese di merda. Ovvero il paese in sé è stupendo ma il popolo che lo riempie, il popolo che ne intasa le fogna con la propria merda e piscio è un popolo del cazzo. E’ un popolo che nella maggioranza è e sarà sempre fascista. Dei poveracci pecoroni che inseguono i sogni di un piazzista di pentole e culi in grande stile e che gioisce quando vincono degli ex picchiatori che promettono piazza pulita. Mi passa anche la voglia di andare in piazza il 1° maggio, di fare un tentativo di resistenza per un popolo di caproni che meritano il bastone. Che hanno bisogno di un capo branco che li faccia andare giù dritti nel dirupo. Mi passa la voglia perché mi rendo conto di diventare solo folclore per una massa d’imbecilli. Mi dispiace per tutti quelli che sono morti ormai più di 60 anni fa per liberare questa cloaca umana, mi dispiace davvero potevano lasciar perdere e scappare lontano e lasciare che questo stivale di fango e monnezza affondasse nel Mediterraneo. Mi dispiace davvero perché questo paese non si merita niente.
Buonanotte ...si fa per dire

2 commenti:

Claudio ha detto...

E' invece è proprio questo il momento in cui non bisogna fermarsi, scendere in piazza, farsi sentire...insomma...resistere!!!
Capisco il momento di sfogo dovuto alla rabbia per quest'altra loro vittoria, ma il brutto risultato di queste elezioni deve trasformarsi nell'inizio di una svolta per la sinistra (che, a dire il vero, era davvero rappresentata da pochissimi partiti, forse solo uno, il 13 e 14 aprile).

Roberto ha detto...

Ti ringrazio per il supporto morale Claudio, anche se oggi non riesco ancora ad essere ottimista.
Si come dici tu la rabbia c'è ed è pure tanta speriamo si riesca ad incanalarla correttamente.
Un caro saluto
Roberto