mercoledì, aprile 30, 2008

Facciamo un po' quel cazzo che ci pare

Ieri pomeriggio guidavo molto più tranquillo. Tagliavo la strada fottendomene allegramente delle “clacsonate” e degli insulti altrui, me ne fregavo dei semafori e facevo le rasette ai pedoni ridendo allegramente. No, non sono mica impazzito. Mi sto solo adeguando al nuovo sistema. In fondo questo popolo di piccoli arroganti fan di comici ciccioni, cantanti aspiranti messia , ballerine da night club e piccoli uomini al potere (e non mi riferisco alla statura fisica...) vuole questo. Adesso appena mi arriverà lo scooter coprirò un po’ la targa, magari con un bel fazzoletto verde e scorazzerò allegramente sui marciapiedi. Se poi dovessero riuscire comunque a prendermi il numero e mandarmi la multa a casa potrò sempre dire che lo scooter me l’aveva fregato un africano o ancor meglio un rumeno clandestino mentre cercava prede per il suo prossimo reato sessuale. Male che vada se proprio non ci crederanno, potrò sempre fare un bel concordato e pagare solo metà delle multe, come sentivo distrattamente alla radio stamattina (in uno degli ultimi notiziari che ascolterò) voglia fare il neo sindaco di Roma Alemanno.

2 commenti:

Simo ha detto...

:)

buon primo maggio.

Roberto ha detto...

GRazie bella! Anche a te anche se in ritardo... Ieri eri al corteo a Torino ?
Baci e buona giornata :)