lunedì, marzo 17, 2008

Ma il cielo è ancora blu?

Un corso, una strada possono portare un sacco di ricordi. Corso Casale (ad esempio) dalla Gran Madre, illuminata ormai perennemente come una discoteca a Ibiza (sarà ma io adoro le chiese buie che di notte si stagliano imponenti), fino alle Cantine Risso frequentate quando ci lavorava la gemella. Passando dal Red pub dove a metà nottata saziavo la fame chimica con lunghi spiedini di carne e cameriere sciatte come il rosso ormai consunto delle pareti. E prima ancora i “muri” come son chiamati dal tamarro/alternativo medio torinese. Il CSA, l’ex Combo dove giravano più pasticche che persone e poi ovviamente Giancarlo. A me personalmente quel posto è sempre stato sulle balle (giuro però che non c’entro nulla con gli attentati ! Nun si sa mai). Poi in realtà non era il posto in sé, ne l’aria pseudo-castrista dell’omonimo proprietario (ah già è un circolo e non ha proprietari….) né le bariste sballone che mi rovesciano puntualmente la mia tequila ridendo e suscitando in me sentimenti misogini e violenti. Non era nemmeno quell’odore di urina stantio onnipresente nei bagni o la grotta fumosa in cui si ballava, no era un po’ il target medio presente. Infatti ora che ci penso io dal “Gianca” ci entravo solo dopo le 4 di mattina puntualmente senza tessera ARCI e solo ed esclusivamente per ascoltare “Il cielo è sempre più blu” e fumarmi in santa pace il mio joint della buonanotte. Poi uscivo e mi sedevo a guardare il Monte dei Cappuccini ad aspettare l’alba. Per il resto c’era solo un sacco di fumo e tanti falò delle vanità esattamente come oggi. Torino si è abbellita, si è truccata come una puttana di lusso ma il succo è sempre lo stesso e sotto tanto fumo c’è sempre il solito giro, i soliti protagonisti, i soliti locali…ma il cielo è sempre più blu…
Chi vive in baracca, chi suda il salario
chi ama l'amore e i sogni di gloria
chi ruba pensioni, chi ha scarsa memoria
Chi mangia una volta, chi tira al bersaglio
chi vuole l'aumento, chi gioca a Sanremo
chi porta gli occhiali, chi va sotto un treno
Chi ama la zia chi va a Porta Pia
chi trova scontato, chi come ha trovato
na na na na na na na na na
Ma il cielo è sempre più blu uh uh, uh uh, ma il cielo è sempre più blu uh uh, uh uh, uh uh...

Nessun commento: