lunedì, gennaio 28, 2008

Giornata della memoria

Ieri era la giornata della memoria. Ho girato un po’ tra blog e siti per vedere chi ne parlava e chi no. Molti siti anche d’informazione “ufficiale” ne hanno parlato poco o niente. Io ieri ho passato la giornata a vedere una parte del documentario sulla Shoah di Claude Lanzmann insieme a mia moglie il cui nonno è stato deportato a Mauthausen per 13 mesi. Il post in assoluto più sensibile e meritevole di essere letto e riletto è quello di Fabrizio Vespa. Per non dimenticare mai

http://www.nohay-banda.it/dblog/articolo.asp?articolo=519

2 commenti:

Simo ha detto...

Io lo avevo pensato. Di scrivere un post sul giorno della memoria.
Ma è una cosa che mi rende tremendamente triste. A fatica sono riuscita a guardare qualche spezzone di film sulla shoah (nn so se l'ho scritto correttamente). E così alla fine nn ho scritto nulla. Ma questo non vuol dire che non ci abbia pensato.
Ed è ancora più triste pensare a certe tragedie in un unico giorno all'anno. Ma in effetti queste commemorazioni servono. A ricordare cos'è accaduto a coloro che non ci pensano nemmeno durante quel giorno.
Il mio massimo rispetto va a tutti coloro che hanno quella - questa - storia alle spalle. E a quelli che, a causa di questa storia, non ci sono più.
Io non ho scritto nulla. Ma ci ho pensato. Eccome, se l'ho fatto.

Roberto ha detto...

Ma infatti è proprio quello che evidenzi tu il punto. Bisogna pensarci e ragionarci non solo un giorno l'anno. Deve essere una ferma convinzione di tutto il genere umano il fatto che certi episodi non si devono più ripetere anche se purtroppo non è così...