mercoledì, ottobre 24, 2007

My time in Berlin




Berlino Berlino che strana città
Mi ricorda quella canzone di Tom Waits
Conoscete “Swordfishtrombone” ?
Io nella magnifica e magica tenda da campeggio sotto lo sguardo di Samuel Beckett e i sogni di Artaud
La mia gemella che mi abbraccia e mi sorride
Felice del mio arrivo
E la mia di felicità nel rivedere lei ed Irina
Di conoscere gente bella
E lo intendo nel suo significato più profondo
Stiamo parlando di bellezza vera
Non quella merda che qualche rivista e la tv ci sparano in testa tutti i giorni
E tutto il nostro pazzo parlare tra la gemella di provetta e me
Sui pazzi e vecchi olandesi che attraversano Berlino sullo skate ma almeno uno simpatico non come qualche altro olandese che sogna di coprire il mondo con una lunga lunga tenda nera in nome della sicurezza
Che brutta parola la sicurezza
E Babuska e Virna le due gatte affamate e curiose del mio giaciglio
E la ragazza francese che vive all’ultimo piano che ha risposto al mio biglietto lasciato nella posta
E lei che mi porta al San Remo, non la città, e che mi parla di un sacco di cose di cui ricordo ben poco

E il fumo il buon fumo non il fango che di solito compro a Torino
E io sono un “Gin soaked boy” mentre cammino per la strada saltando da un locale all’altro con Gianni
Che gran serata è stata
Mi ha aiutato a ricordare le belle serate con un altro mio amico tanto tempo fa nella mia città
E Mandy la barista del Cake
Povera ragazza che ho molestato per l’ultima parte della nottata parlando in un Inglese ubriaco
E quando sono uscito dal locale
Ero innamorato del mondo
Che con qualche buon amico un po’ di droga buona e una bella dose di alcol può essere un posto meraviglioso in cui vivere, probabilmente il migliore…

E la notte a quel club l’Acquaritter o qualcosa del genere
La ragazza pazza che ballava e ci provava con tutti
Anche con un vecchio relitto come me
Che provava a non affondare nel mare nero della notte
E tutti che aspettavano un po’ di buona musica perché tutti stanchi della minimal techno e finalmente alle 5 di mattina Martin inizia a suonare
Un po’ di fottuta buona musica





E conoscere la grande Luisa predicatrice della filosofia “ciccia al culo”
E d’improvviso l’energia ritorna nelle nostre gambe
E ballare e ballare e bere con Vincent Gallo
E fumare con belle ragazze e bei ragazzi


L’incontro con Vanessa e il bel Shaker il grande cane pauroso chiamato anche pulmino
L’atelier B.l.o. e tutte le grandi persone ed artisti che ci lavorano
Vedere le prove di Alice e Caroline
Guardare e respirare la loro grande energia
Osservare tutto il duro lavoro dietro Hydromemories
Conoscere altre grandi persone
Gillian, Zoltan,Kinya, Alessandro, Silke,Viola..

E nel mezzo aiutare Vanessa con il suo trasloco con un furgone Mercedes di 26 anni con la meravigliosa Maria che rideva di tutte le stronzate tche i due gemelli pazzi sparavano

La grande (in tutti sensi) merenda con Gusowsky e la sua incredibile conoscenza della lingua italiana
Tutto ben condito con alcune fette di torte davvero speciali

Vedere una vecchia officina ferroviaria diventare giorno dopo giorno un posto stupendo per la creatività
E un sacco di gente che lavora ore e ore come l’affascinante e meraviglioso Leonardo (mi avete beccato ho un debole per lui!) e la sua spettacolare compagna Maria Reyes che sembra appena uscita da uno schermo cinematografico
da qualche film in bianco e nero

E il nuovo ospite della casa Alessandro
E che grande sorpresa vive a Torino!

E poi la cena sushi a casa di Zoltan con Kinya che cucina per noi
Un sacco di buon cibo giapponese
E poi i suoi occhi nella notte fredda
Occhi dolci e un sorriso caldo
E poi l’ora di tornare
Il mio periodo a Berlino, un lungo
Bellissimo sogno

**********************

Berlin Berlin what a weird city.
It remember me that song of Tom Waits
You know “Swordfishtrombone” ?
Me in a wonderful and magic camping tent just under the look of Samuel Beckett and the dreams of Artaud
My twin sister hug me and smiling
Happy for my coming
And my happiness to see Her and Irina
To know beautiful people
And I mean it in the most deepest way
We are talking about real beauty
Not just the shit that some magazine and tv shoot in our head every day
And all our crazy talking between me and my twin lab sister
About fucking old dutch crossing Berlin on a skate but at least a funny one not
Like some other dutch that want to cover the world with a long long black curtain in the name of safety
What a bad world safety
And Babuska and Virna the two hungry cats curios about my “couch”
And the French girl living at the last floor who answer at my notes in the mail box
And she bring me to San Remo,not the town,
And she talk about a lot of stuff but I barely remember something
And the smoke the good smoke not the mud that I usually buy in Torino

And I’m a “gin soaked boy” while I walk trough the street jumping from a club to another with Gianni
What a great evening it was
He help to remember that wonderful night with another friend long time ago
In my town
And Mandy the bar tender of the Cake
Poor girl that I bother for the last part of the night
Talking a drunk English
And when I walked out of the place
I was in love for the girl and for the world
That with some good friend some good drug and a lot of alcol can be a
Wonderful place to live, probably the best one…

And the night at that club Acquaritter or something like that
The crazy girl dancing and cheating on everybody
Also with an old flotsam like me
Trying not to drown in the dark sea of the night
And everybody waiting for some good dancing music
Cause all are tired of minimal techno and finally at 5 am Martin star to play some fucking good music



And knowing the great Luisa preacher of the “ciccia al culo” (sorry I can’t translate) philosophy

And it seem like energy coming back in our leg
And dance and dance and drink with Vincent Gallo
And smoking with nice girls and guys

The meeting with Vanessa and the nice shaker the big fearful dog call also
little bus
The Blo atelier and all the great person and artists working there
Seeing the rehearsal of Alice and Caroline
Watching and breathing their great energy
Seeing all the hard work beyond Hydromemories
Knowing other great person and artists
Gillian, Zoltan, Kinya, Alessandro,Silke,Viola..

And in the middle helping Vanessa with her move with a 26 years old Mercedes truck with the marvelous Maria that was laughing like hell at all the bullshit
The two crazy twins where shooting

The great afternoon snack with Gusowsky and his amazing knowledge of italian language
All well seasoned with some really special piece of cakes


Watching an old Railway workshop becoming day after day an amazing place for artists, for creativity
And a lot of people working hours and hours like the gorgeous and charming Leonardo (you caught me I had a crush on him!) and his wonderful fiancé Maria Reyes who look like she just came out from a movie screen
From some black and white movie

And the new guest in the house Alessandro
What a great surprise and he lives in Torino !

And then the sushi dinner at Zoltan’s house with Kinya cooking for us
A lot of good Japanese food
And then her eyes in the cold night
Sweet eyes and a warm smile
And then it’s time to come back
My time in Berlin, a long Beautiful dream

6 commenti:

Raffaele ha detto...

Bentornato Roby, qui nn è cambiato nulla, anzi si, è peggiorato, mi hai fatto venire una gran voglia di conoscere berlino, chissà, magari a natale ci faccio un salto!

Roberto ha detto...

Si si è da vedere...certo a Natale farà un po' freddino..
buona serata Raffa

archeologo ha detto...

ah, ah (immaginati il tono del bimbetto teppista dei Simpson)! Sei tornato, tranquillo, non è succeso nulla. La tua città è solo straindebitata (quindi a breve non ti arriverà più lo stipendio) per saperne di più
http://www.belandi.splinder.com/post/14290555/Debiti+Derivati+su+Torino
Per il resto, tutto "mastellianamente" nella norma

Roberto ha detto...

Oh beh..vorrà dire che avrò la "scusa" definitiva per andarmene! Sto valutando l'India e la Cina se hai consigli o suggerimenti sono ben accetti!
Saluti
Roberto Burt Simpson :D

archeologo Nelson ha detto...

Lo so che sono stra abusati, secondo me in modo sbagliato, ma prova a leggerti Terzani (Un indovino mi disse potrebbe andar bene per te), e poi puoi partire con il giusto disincanto (e quindi viverti al meglio) quei posti.

Roberto ha detto...

Ci proverò archeologo.. in effetti uno dei motivi per cui non mi sono ancora avvicinato alla lettura di Terzani è proprio per via dell'incredibile pubblicità diretta e indiretta degli ultimi tempi.