giovedì, agosto 02, 2007

Oibò

Oibò che vita noiosa mi capitò in sorte.
Anni di sere che morivano in notti lussuriose
prostitute dal cuor d’oro, amici di poche ore
e di tanto alcool
incidenti d’auto e scorribande per i viali
cantando a squarciagola sulle note divine
della gazza ladra
a sentirci come quei giovincelli pazzi e un po’ futuristi
di quel film così violento ma a che a me ha sempre fatto
divertire
A ridere degli dei
a piangere per una cameriera a cui in mancia
le si era lasciato il cuore
ed in pegno gli occhi sul suo bellissimo culo
scopate sudate, scopate stanche
scopate e basta
velocità e luci
droghe e leggerezza
lavori trovati e subito persi
il lusso di mandare a fare in culo il mondo
e il mattino dopo farsi perdonare
ed ora, ora che rimane?
lentezza e silenzio
buio e assenza
amici ormai pallide conoscenze
svuotati dalla vita
frustrati dalle loro compagne di sventura
amiche allegre ormai divenute madri tristi
oibò che vita deludente
ed io qui a lamentarmi come una gatta stanca
sotto il sole ardente

3 commenti:

Lori ha detto...

"Sdraiami" Berarda del Vecchio...almeno tu
fatti due risate..che per noi c'e' da piagne'

Roberto ha detto...

“Descrizione di Sdraiami(citazione da libreriauniversitaria.it): Il libro si propone come un grido di dolore per il "maschio" che non c'è più. Ragazze e donne che si sentono femministe, indipendenti e adulte, ma vorrebbero anche che, ogni tanto, il primo passo lo facesse lui, mentre al contrario sembra che gli uomini mostrino un atteggiamento cameratesco. Soprattutto, sembra che gli uomini abbiano smarrito completamente la grammatica dell'amore, che non sappiano più corteggiare una donna. Tra le varie terapie a disposizione delle donne per guarire da scottature e situazioni del genere, l'autrice ne propone una che chiarisce nettamente la natura del gioco.”

Francamente non so se lo leggerò. Primo perché ne ho le palle piene di lamentele sia maschili che femminili. Secondo perché, senza alcuna distinzione di sessi, siamo un popolo di debosciati con 3000 cazzate parapsicologiche per la testa… e io per primo mi faccio schifo per questo lungo periodo d’impantanamento di mancanza d’azione e di bieca lamentela che a dire il vero non si riferisce tanto a una delusione nei confronti del mondo femminile ma più che altro nella disillusione nei confronti del concetto d’amicizia e di rapporti umani. Il 2007 mi sta trasformando definitivamente in un orso solitario! Un bacio Lori ;) e buone ferie se almeno tu le farai…

Lori ha detto...

Hai ragione NON leggerlo assolutalmente!

Si le faro' ma sono ancora lontane..