martedì, luglio 03, 2007

Tanto gossip e poco lavoro






Non capisco perché certe persone sul luogo di lavoro debbano sempre parlare (sparlare) alla spalle, tramare manco qui si fosse in parlamento dove lo sport preferito sembra proprio quello di fare dichiarazioni ufficiali ai giornali e poi subito smerdare l’alleato o il compagno di partito in qualche telefonata prontamente intercettata magari da qualche magistrato dall’improbabile nome anglosassone!


Ora il problema grosso non è tanto nel fatto di chi mette le malelingue in giro ma nel chi, al comando della “nave”, le ascolta e ne da anche una certa importanza. In questi casi mi cascano le braccia dallo sconforto, le balle dal nervoso e le palpebre perché mi vien voglia di mettermi a dormire sotto un albero e mandare affanculo questi quattro perdi tempo (sarà effetto della depressione?!). Perdi tempo perché dedicano molta parte della loro giornata e delle loro energie per andare a dire quanto male e poco lavorano i soggetti dei loro gossip. Se io fossi un responsabile o un organizzatore in fondo risponderei proprio così “E tu perché invece di essere al lavoro sei qui a tediarmi con i tuoi pettegolezzi da Cia periodo Nixon?!” “Perché non lasci a me il compito di stabile sulla base dei risultati cioè dell’arrosto e non sulla base del fumo che cosa, come e quanto una persona rende?!” Penso che con simili risposte queste simpatiche merdacce teste di culo si rintanerebbero nei loro uffici a rosicare in silenzio la loro bile piena d’invidia. Ma aimè non siamo in “Utopilandia” ma in una società ed un sistema, soprattutto quello italico, che premia proprio questa “politica” lavorativa dove l’importante e parlare, intrattenere relazioni di comodo e sfruttare le giuste conoscenze piuttosto che lavorare.

2 commenti:

Raffaele ha detto...

In italia di questi datori di lavoro non esistono, anzi, se qualcuno spettegola, loro continuano con i discorsetti... :(

Roberto ha detto...

Eh si qui si va avanti a riunioni su riunioni e chiacchiere da corridoio ma il lavoro rimane in stand by....