martedì, gennaio 09, 2007

Anno nuovo ....Sfoghi nuovi



  • Punto 1: Siamo nel 2007, per ora fa schifo come il 2006

  • Punto 2: Tra una settimana avverrà l’odiato trasloco degli uffici in cui lavoro e finiremo in quell’orribile costruzione di via Bologna 74 (ex Toroc per chi è poco pratico della zona), con uffici in puro stile Amerikano, minimalisti, grigi, piatti come le menti degli ingegneri che li concepiscono. Pareti talmente sottili che se ti scappa un rutto spettini la tipa cotonata di 4 uffici più in là!

  • Punto 3: Questo vorrà anche dire niente più pause pranzo al Pastis, niente più deliziosi manicaretti dei fantastici cuochi, niente più sorrisi solari della bionda Sol, niente più very charming girl alla cassa che mi allietava la giornata con il suo very Audrey Style, niente più ragazza molto giovane dietro al bancone dallo splendido sorriso, niente + Miriam, niente più Andrea, niente più “la ragazza che è stata in Perù” (dio quanto la invidio!) e il ragazzo alto con la barba che ha un’aria un po’ alla Jeff Buckley trasandato e tutti quelli che mi dimentico di citare…

  • Punto 4: Urge lotta per il trasferimento in uffici più centrali che non mi allontanino troppo dall’amata “downtown” torinese!

  • Punto 5: il 2007 sarà per me un anno di rottura e di ponti che prenderanno fuoco alle mie spalle. Voglio nuovi colleghi, voglio una nuova vita o meglio una nuova visione della mia vita attuale. Un altro anno di inamovibile muffa non lo reggerei o almeno non lo reggerebbe il mio sistema nervoso! Basta con amici a cui vai bene solo se rimani l’immagine che loro hanno impressa di te. Si cambia, oh come si cambia per non morire….(va beh perdonatemi la citazione forse un po’ fuori luogo!)

  • Punto 6: il mio Kapo mi ha stracassato gli zebedei con una presentazione in Power point che non va mai bene l’avrò già modificato 851 volte!


P.s. come Pastis

oggi menù leggero, Paillard ai ferri e insalata con acqua naturale! Pasto degno di un pensionante presso la casa di cura Villa Pia di Buccinasco, ma la colpa è dei miei soliti eccessi festivi!
La charming girl oggi aveva un delizioso golfino rosso abbinato a gonnellina svolazzante nera e collant neri. Mi ricordava una foto di Audrey Hepburn fatta durante le pause dal set del film “Cenerentola a Parigi”.

P.s. 2 un grazie a L. che mi ha consigliato Stark di Bunker, letto in un pomeriggio! Avvincente, divertente, ironico anche nei momenti più neri. Il protagonista è un vero “Son of a bitch” quindi molto simpatico e canaglia, un tipo con cui farei subito amicizia! Ora mi sono avventurato in un saggio sulla storia dell’Ordine dei Templari….Perché perché sono così masochista anche nel 2007 ?!
Un bacio di buon anno a vecchi e nuovi avventori del blog
;) besos

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro Virus,
di libri in queste vacanze ne ho letti parecchi fra i più belli ricordo Gomorra di Saviano, che ti spiega il sistema anti-stato per eccellenza e Istanbul di Orhan, che tira fuori la mia anima più triste e malinconica (anche se ammetto di non averlo ancora finito).
Consiglio per tirarsi su - se non l ho ancora fatto - Considera l'Aragosta di D.F. Wallace,

Ciao
L.

P.s. ma non ci vanno i vigili nell'ex sede del Toroc?

Roberto ha detto...

Si L. i Vigili sono al primo e al secondo piano noi al terzo...
Devo provare con L'aragosta perchè se serve a tirarsi su ne ho davvero bisogno..
grazie dei consigli "librari"
Baci
;)