lunedì, novembre 13, 2006

Giorni di novembre

Giorni di novembre in cui non capisco più un cazzo. La persona di cui sono pazzamente innamorato e mia compagna di vita mi tiene fuori dalla sua di vita dal dolore che sta attraversando da un anno a questa parte per una grave perdita. Ogni cosa che faccio per provare a starle vicino per cercare di capire come aiutarla sembra solo peggiorare la situazione.
E' dura amare qualcuno quando ti esclude dal suo dolore, anche se è comprensibile è comunque fottutamente dura. Mi mancano i tempi di Alice, Sandro e Katiuscia, tutti ai Muri ai vecchi Muri a far burdel, a scolarci bute di vodka o vino bianco e a far l'alba. Andare al cinema a vedere stupidissimi film horror (ma alla fine più che altro demenziali) come The Mangler!!
Andare a El Paso a vedere concerti neo punk assurdi e strafarci di canne fino allo stordimento.
Non so tutto scorre veloci come le stagioni ed io a 33 anni mi sento sempre più inconcludente ed inutile organismo di quest'universo. Va beh scusate il pessimismo cosmico...

P.s. come pastis, così passo a cose più allegre!
Venerdì pranzo con giornata splendida quasi non autunnale, la meravigliosa indossava gonnelino svolazzante a pli creux e maglia rossa a bottoni, calze collant rigorosamente nere e foulard al collo nero con disegni... che dire una parentesi di sogno nel grigiore (solo mentale eh perchè il tempo è clemente!) novembrino.
Besos a todos

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro Virus, la perdita è un sentimento che difficilmente si supera, si porta avanti negli anni e più passa il tempo più tutte le volte ti si riproporrà sotto veste differente e sarà sempre con te. E' una lotta tipo box, un match che nessuno ti può aiutare a combattere perchè tira in ballo ciò che c'è più intimo di te. Quindi più che essere l'ombra del boxer devi tentare di essere l'allenatore, quello che fa lottare e lascia soffrire ma che ti aiuta a tirare i pugni per non cadere a terra.

Per la memoria e i vecchi ricordi, lasciamoli lì dove sono...guardiamoli ogni tanto, ma cerchiamo di vedere cosa c è di bello oggi se non rischieremo sempre di soffrire della sindrome di Peter Pan e non diventeremo mai adulti...

P.s. ora vorrei che tu ti informassi per la petizione;)

Roberto ha detto...

Hai ragione devo fare un po' d'allenatore solo che ha volto un po' di sconforto mi assale e mi sento di colpo inutile... passerà.
Grazie per il tuo bel commento ;)
p.s. come la intitoliamo la petizione?

Roberto ha detto...

Ovviamente volevo scrivere : "...solo che a volte..." il fatto è che a quest'ora non dovrei far nulla se non dormire!!

L. ha detto...

Capisco per lo sconforto...capita è un pò come quando hai le mestruazioni! Per la petizione ci penso!

Roberto ha detto...

Fatta l'ho fatta !! Dovrebbero mandarmi la mail per attivare il link !! Abbiamo la petizione per il sistema pensionistico al contrario!!!!
BAci

L. ha detto...

bene poi andiamo da uespa e ci facciamo fare l'articolo, poi iniziamo ad incatenarci davanti al Comune per attirare l'attenzione, inizierà a chiamarci costanzo per fare delle comparsate, prenderemo Lele Mora come agente e la nostra vita avrà una svolta...almeno la mia....

Roberto ha detto...

Ti garantisco anche la mia!! ;)