venerdì, settembre 29, 2006

Ciao Lele

Ho saputo ieri a metà giornata, che Mercoledì 27 è mancato Lele marito di una mia amica ed una persona davvero dolce e piacevole ma soprattutto un giovane con voglia di fare e che credeva in un futuro. Provo dentro di me un sentimento di rabbia e d’incredulità. Sono incazzato perché era papà da un mese.
Ma come cazzo è possibile accettare una cosa del genere? Ha un senso tutto questo? Forse no proprio come la vita spesso ci fa credere.
Forse come diceva Herman Hesse si può trovare un senso nella vita solo accettandone le atrocità, però a volte è davvero difficile accettare…
Ciao Lele

3 commenti:

NACHT ha detto...

Sono d'accordo con questa frase di Hesse che nn conoscevo. Chi cerca un senso troppo metafisico da dare alla vita o chi inventa un dio per aver qualcuno da incolpare quando le cose vanno male, in realtà nn ha il coraggio di accettare la brutalità della vita... che nn potrebbe esistere se nn ci fosse anche la morte.

Virus1973 ha detto...

Infatti Nacht, ti ringrazio per questo tuo commento perchè in momenti così un po' mi perdo. Non credo in Dio e non cerco facili rifugi. Sono contento quando trovo qualcuno che condivide questo mio modo di vedere le cose anche perchè mi fa sentire meno solo.
Thanks

NACHT ha detto...

Grazie per il commento che hai lasciato sul mio blog ... e senza volere abbiamo allargato la pozza di quest'argomento pieno di misteri e contraddizioni :) Nemmeno io credo in dio, ma soprattutto credo che se esistesse nn sarebbero certo gli uomini a sapere com'è e poterlo descrivere ;)
Non credo solo in quel che vedo ma immaginare un dio a immagine e sommiglianza umana è quanto di piu ridicolo riesca ad immaginare, hehe
Ciao mon ami. Il tuo blog è davvero interessante, dovresti aggiornarlo di piu secondo me.